Video-corso: Applicazione delle Metodiche Quantiche Strumentali nella Medicina Integrata”

Pubblicato di il Mag 7, 2018 in Articoli download, Video-corsi | 0 commenti

Erica F. Poli presenta il video-corso digitale “Applicazione delle Metodiche Quantiche Strumentali nella Medicina Integrata” (Anima Edizioni). Disponibile a questo link. Il panorama delle terapie quantiche si presenta agli occhi di medici, terapeuti e pazienti sempre più articolato nonostante l’applicazione della quantistica in medicina sia a tutt’oggi in divenire. Il corso permette di apprendere le basi biofisiche dell’applicazione delle metodiche quantiche strumentali in medicina integrata e i meccanismi di azione delle radiazioni EHF e della BRR secondo la metodica AKTOM oltre che di impararne l’utilizzo sinergico e integrato con altri trattamenti clinici. Verranno presi in considerazione gli studi scientifici attualmente disponibili relativamente all’utilizzo di questa metodica e saranno analizzati casi clinici trattati direttamente presso il centro EFP Group con l’applicazione integrata di AKTOM e trattamenti psicocorporei. Il corso prevede anche l’apprendimento della tecnica di utilizzo pratico del dispositivo AKTOM® e delle Card ASSIRIA® nei diversi ambiti medici e psicologici, con l’analisi dei protocolli di trattamento attivati presso il centro EFP Group secondo le strategie di intervento attualmente più accreditate in molte patologie croniche e degenerative in medicina...

Leggi tutto

Video-corso: Anatomia della Gioia

Pubblicato di il Apr 5, 2018 in Articoli download, Biografia e opere, Video-corsi | 0 commenti

“Anatomia della Gioia” è un video-corso digitale a cura della Dott.ssa Erica F. Poli. Per maggiori informazioni e per acquisto andare a questo link. Oltre il controllo della mente, oltre le memorie e i traumi, oltre la dipendenza e il bisogno, c’è la gioia interiore. Un seminario che conduce al contatto profondo con ciò che tutti noi desideriamo: essere felici interiormente. In realtà siamo spesso vittime di un equivoco contemporaneo su ciò che ci può rendere davvero felici. Non si tratta di raggiungere dei risultati o raggiungere delle aspettative perché la gioia dell’anima è immediata, senza oggetto e senza condizioni, non deriva da un risultato né da un pensiero, è legata alla forza vitale in noi, è semplice come respirare o danzare, è la gioia del puro esserci, senza un perché. Il seminario permette la comprensione chiara di cosa sia la gioia interiore e di quali siano gli ingredienti per raggiungerla là dove è sempre stata: dentro di noi. Un percorso esperienziale guiderà i partecipanti al contatto con la gioia dell’anima, che è ben diversa dalla felicità della mente e dipende da un salto di coscienza. Il tutto avverrà attraverso lo scioglimento di memorie ereditate e di blocchi emotivi biografici insieme alla ridefinizione della propria identità, al riconoscimento dei talenti e degli intenti di...

Leggi tutto

La Gioia (video)

Pubblicato di il Mar 19, 2018 in Articoli download | 0 commenti

La Dott.ssa Erica F. Poli, direttore sanitario del centro EFP Group di Milano, ci parla della Gioia. In genere pensiamo alla gioia come al risultato di situazioni piacevoli. La gioia interiore è come un sole che continua a esistere anche quando ci sono le nuvole. Paradossalmente la gioia interiore permette anche il dolore e le lacrime. La gioia interiore è una condizione nella quale anche in presenza delle nubi, di emozioni considerate negative, permane l’io sono, lo stato di presenza. La gioia interiore non ha oggetti sui quali proiettarsi, ma è compiuta in sé. Possiamo praticare la gioia interiore, anche se non sempre è facile farlo perché la tendenza è quella di scappare di fronte a ogni...

Leggi tutto

Le Parole della Poesia (video)

Pubblicato di il Mar 6, 2018 in Articoli download | 0 commenti

Video di Erica F. Poli al convegno Dialogando con gli Autori (Milano, 26 novembre 2017), al quale è intervenuta come autrice del libro Poiesis – Psicoterapia in Poesia (Anima Edizioni).   La poesia accade quando ci permettiamo di risuonare con le persone e con le situazioni. Ciascuno di noi ha una propria percezione della poesia, che ha incontrato perlomeno durante gli anni di scuola. La poesia è un modo di approcciare le cose in maniera diversa rispetto al pensiero lineare e razionale. La poesia è fatta di parole, ma in realtà è un atto che cambia qualcosa. Le cose non succedono a seguito di un “perché”, ma seguono un flusso verso un “affinché”. L’anima usa la poesia, che è una forma di parola differente dalla parola informativa. Le parole della poesia servono a catturare qualcosa che non ha una logica. L’artigiano è colui che crea qualcosa di unico, ogni sua opera non è mai identica a un’altra. Poesia è quando una bellezza improvvisa, istantanea, si affaccia al tuo sguardo e sposta la tua coscienza. La poesia, come le immagini, i sogni e l’arte, può essere uno strumento di cura. Il libro Poiesis nasce da frasi e osservazioni raccolte durante le sedute di psicoterapia della Dott.ssa Poli. La poesia è connessa al fare, al vivere. Spesso cerchiamo di ottenere dei cambiamenti agendo in modo razionale, ma i veri cambiamenti si ottengono nel buio, nel silenzio,...

Leggi tutto

I Traumi e le reti neuronali (video)

Pubblicato di il Feb 21, 2018 in Articoli download | 0 commenti

Erica F. Poli, direttore sanitario del centro EFP Group di Milano, ci parla dei traumi e di come affrontarli.   Il trauma è sempre stato centrale nella psicologia occidentale. Il trauma è anche un grosso equivoco. La psicologia occidentale per molto tempo si è posta nei confronti del trauma cercandone il perché e le cause nel passato. Le reti neurali del cervello vengono rinforzate ogni volta che parliamo di quello stesso argomento. In un certo senso più cerchiamo il perché di un dato disturbo e più andiamo a rafforzare la rete neurale che lo sostiene. Il trauma ha sicuramente un ruolo importante nel plasmare il nostro modo di reagire e il tipo di difese che mettiamo in campo. Non ha senso focalizzarsi sul perché, e non è neanche sicuro che lo troveremo, perché esistono memorie di carattere non verbale. A fare la differenza è come noi, nel qui e ora, mostriamo di rispondere alle nostre emozioni e ai nostri vissuti. Il trauma si affronta nel momento dell’adesso e attraverso il corpo. Il corpo, infatti, non dimentica, ricorda ogni cosa, ma al di là delle parole. Laddove l’energia è bloccata o repressa, vi è la memoria di un trauma. E non ci interessa sapere il perché sia accaduto, ma di integrarlo attraverso un nuovo assetto di connessione con i nostri vissuti. L’interesse viene dato alla persona e alle sue modalità di integrare quello di cui fa esperienza. Guardare al trauma in questo modo ci libera dai sensi di colpa o dalla necessità di cercare sempre qualcuno o qualcosa da accusare per come ci sentiamo. Quello che conta veramente è come stiamo ora e cosa possiamo fare per noi stessi in questo momento. Questo modo di procedere parte dal corpo e dal sentire. Vivere invece nell’archetipo della vittima, non ci permette mai di avere il nostro...

Leggi tutto