Il QSE incontra le Neuroscienze” è il video-corso digitale condotto da Erica F. Poli ed Emiliano Soldani.

Per maggiori informazioni e per acquisto andare a questo link.

COVER_QSE_NEUROSCIENZE

 

Contributo Erica Poli:

Le più recenti evidenze delle neuroscienze e della fisica teorica applicata alle neuroscienze, ci rivelano i segreti della coscienza che stanno alla base della creazione della realtà e della guarigione.

Sappiamo oggi che esiste una coerenza quantistica, con una interazione caotica e non lineare tra i neuroni in grado di produrre l’emergere della coscienza.

La coerenza quantistica corrisponde all’osservatore delle filosofie vediche.

I delicati fenomeni quantistici dell’entanglement, del salto quantico e della coerenza si esplicano nella natura vibrazionale delle proteine e del DNA e costituiscono il “corridoio” biochimico per il trasferimento di energia con un’altissima efficienza. Questa scoperta mette in discussione l’idea secondo cui alcune proprietà quantistiche siano troppo “delicate” per partecipare attivamente ai processi biochimici e un’ipotesi molto diffusa tra i ricercatori, e cioè che i sistemi viventi si basino su meccanismi biochimici insensibili a proprietà quantistiche come la coerenza o l’entanglement,  la correlazione che può legare a distanza diversi stati quantistici di particelle.

È così che le proprietà quantistiche giocano un ruolo nei processi della vita a più livelli.

L’energia viene trasferita attraverso l’eccitazione a catena di diversi stati quantistici molecolari e le cellule possono presentare simultaneamente una sovrapposizione di stati quantistici, ognuno caratterizzato da una diversa probabilità.

La geometria dei neuroni è sovrapponibile a quelle delle forme frattali e la relazione vibratoria tra cellule corrisponde ad una musica.

Il suono come sovraorganizzazione che decifra il funzionamento delle cellule viene riscoperto all’origine della vita, come in tutti i processi di creazione.

È così che fisica e neuroscienze ci conducono nelle pieghe più sottili dell’espansione di coscienza e ci offrono la spiegazione di come poter giungere alla cocreazione della realtà e alla guarigione.

 

Contributo Emiliano Soldani:

Appurata l’interazione quantistica con il genoma umano nel processo di generazione delle proteine, si tratta di scoprire come, osservando diversi potenziali quantici, possiamo dare attenzione a quelli inerenti uno stato vibrazionale elevato, caratterizzato da una perfetta salute, ad esempio.

Il nostro DNA reca in sé la codifica, nella sua parte esonica, dei nostri caratteri biologici, mentre la parte intronica nasconde una programmazione di potenziali quantici inerenti l’espressività animica, ovvero ciò che possiamo co-creare in termini di eventi salienti di vita vissuta.

E tale programmazione è cablata con un linguaggio caratterizzato da una semantica simile alla lingua umana, tant’è che l’equipe russa di Garjev si è avvalsa del contributo di linguisti per studiarlo.

Così se da un lato rileviamo il ruolo fondamentale del suono per la strutturazione degli schemi neurali e delle geometrie frattali cellulari, dall’altro abbiamo il ruolo della parola per codificare potenziali quantici inerenti a ciò che andremo ad esperire.

Sembra che una meravigliosa melodia cosmica accordi un’informazione sintropica che tende a strutturare è coordinare tutte le forme di vita per massimizzare il loro stato di salute e la naturale biodiversità.

Tale informazione, contenuta in un campo di coscienza intelligente, che la scienza definisce noosfera, sancisce il ventaglio dei potenziali quantici osservabili, e ci dona la forza, se ci identifichiamo con essa (abbandonando l’idea di essere una personalità separata), di selezionare il potenziale voluto attraverso l’uso potente di una parola e di una melodia.

Tale campo di coscienza è atemporale, contenendo su molti piani vibratori ogni tempo possibile, dal passato a tutti i potenziali futuri esprimibili, che sono in attesa della nostra attenzione e della nostra parola per essere condensati e resi manifesti in questo tempo presente.

Nel percorso che condivideremo impareremo a navigare in questo campo, selezionando i potenziali futuri da portare nel presente inerenti la possibilità reale di interagire con l’intelligenza cellulare e la rete neurale, per ripristinare uno stato ottimale di salute e rivendicare la forza creativa dell’anima, in accordo alla tecnologia interiore Qse, che trova giustificazione nelle scoperte nell’ambito delle neuroscienze che avvalorano il primato della coscienza e della mente nel plasmare il corpo fisico.

PRESENTAZIONE VIDEO

 

Per acquistare il video-corso digitale “Il QSE incontra le Neuroscienze” andare a questo link.

Print Friendly