Biografia di Erica F. Poli

Pubblicato di il Gen 20, 2013 in Erica F. Poli | 2 commenti

La dott. Erica F. Poli è medico psichiatra, psicoterapeuta e counselor. Membro di molte società scientifiche, tra cui IEDTA (International Experiential Dynamic Therapy Association), ISTDPInstitute  e OPIFER (Organizzazione Psicoanalisti Italiani Federazione e Registro), annovera un’approfondita ed eclettica formazione psicoterapeutica che le ha fornito la capacità di affrontare il mondo della psiche fino alla spiritualità, sviluppando un personale metodo di lavoro interdisciplinare e psicosomatico. Laureatasi in Medicina e Chirurgia nel 2000,  si specializza in Psichiatria nel 2004, parallelamente diviene counselor e si forma come psicoterapeuta. Dopo un’analisi didattica junghiana e una successiva freudiana, approfondisce lo studio delle tecniche di accelerazione ed intensificazione della psicoterapia con Diana Fosha, Leigh McCoullough, Ferruccio Osimo, Roger Solomon, Jon Fredrickson e Allan Abbass. Parallelamente coltiva lo studio della psiconeuroimmunoendocrinologia formandosi con Roy Martina e delle neuroscienze applicate alla psicoterapia con Daniel Siegel e Paul Ekman. Si perfeziona poi in Psichiatria Forense, Scienze Criminologiche e Scienze Penitenziarie nel  2006, con la Prof.ssa Isabella Merzagora Betsos e il Prof. Ugo Fornari. Esperta in psicotraumatologia e vittimologia, è perito presso il Tribunale di Milano e consulente per il Pool Stalking e Mobbing. Dopo avere esercitato la professione come psichiatra ospedaliero prima e poi  come consulente per l’Ospedale Policlinico di Mliano, presso il quale  è stata titolare di diversi progetti di ricerca e ha svolto la funzione di consulente psichiatra e criminologa dal 2006 al 2011 presso SVSeD (Soccorso Violenza Sessuale e Domestica), attualmente svolge la libera professione di  psichiatra, psicoterapeuta e formatrice in Milano. Alle attività prettamente cliniche e peritali affianca fin dai primi anni di lavoro una consistente attività di docenza sia in ambiti universitari che presso enti di formazione privata, una nutrita partecipazione a congressi come organizzatrice e relatrice e dal 2009 anche una prolifica attività di formatore aziendale con la creazione di un filone originale di lavoro improntato all’applicazione anche nell’ambito aziendale dei principi della nuova medicina di integrazione, delle neuroscienze delle emozioni e della comunicazione e creando format esperienziali ormai molto apprezzati e replicati come “Il guerriero emotivo”. Dopo aver fondato Es Medica srl e averne svolto la direzione scientifica fino al 2012,  nello stesso anno dà vita con la sua equipe di lavoro a EFPGroup. Articolista per varie riviste, attualmente collabora con il settimanale F, Cairo Editore., con una rubrica dedicata e la stesura di articoli sui temi della psicologia di genere. Il continuo aggiornamento attraverso la partecipazione attiva e l’organizzazione di corsi, congressi e pubblicazioni scientifiche, lo studio della medicina integrativa con l’implementazione della farmacopea tradizionale con fito e nutriceutici,  l’utilizzo di tecniche terapeutiche innovative e soprattutto fortemente radicate nelle nuove conoscenze neuro scientifiche sul funzionamento della mente come ad esempio la ISTDP e l’EMDR, sono il marchio distintivo di un modus...

Leggi tutto

La mission

Pubblicato di il Gen 20, 2013 in Erica F. Poli | 0 commenti

In questa esistenza la mia professione è quella del medico psichiatra, della terapeuta e del trainer in diversi corsi di formazione. La mia Mission consiste nell’essere un mezzo, medium in latino, per chiunque voglia affrontare e risolvere la sofferenza, aumentare il proprio benessere e intraprendere un percorso di crescita personale che conduca sempre più vicino al proprio Sé autentico. Questa è la ragione per cui amo questa professione e sono riconoscente a tutti coloro i quali hanno condiviso con me parti del proprio viaggio interiore permettendomi di assistere alla trasformazione che la riparazione delle ferite emotive e il lavoro di ricerca attiva dentro di sé sono in grado di produrre. Credo nella capacità di trasformazione che è insita in ognuno di noi, nella nostra anima e nel nostro cervello. Credo nel grande potenziale energetico di cui disponiamo e che solo in piccola parte ancora conosciamo. Credo nella seria integrazione dei saperi che è oggetto della mia ricerca costante e sostanza della mia pratica quotidiana: abbiamo oggi la fortuna di assistere all’unificazione delle scienze umane con le scienze fisiche, vediamo oggi un ponte gettato tra il corpo e la mente, tra lo spirito e la materia e abbiamo il dovere di percorrerlo, esplorarlo, divulgarlo. Credo nella medicina come arte di comprendere l’unicità della persona che soffre davanti a noi e capacità di interagire con quante più dimensioni possibili di quella persona. Credo nel dovere deontologico di promuovere la ricerca e divulgare tutti i più recenti risultati della ricerca neuroscientifica perché ogni persona accresca la sua consapevolezza e possa fare scelte coscienti per il proprio benessere. Credo nella preziosità delle differenze di genere, nel valore del lavoro congiunto di uomini e donne. Credo che, nel rispetto della propria identità femminile e maschile, uomini e donne possano realmente essere sinergici nel fare del mondo un luogo migliore in cui vivere. Credo infine nell’Amore, quel principio vitale e creativo, quell’istinto di vita insito in noi che  ci restituisce il senso di ciò che siamo, vive nella passione che infondiamo in qualsiasi aspetto del nostro agire, nel lavoro e nella vita personale, rendendo l’intenzione potente ed efficace, e manifestando nel futuro ciò che é già nel presente della nostra sincera intenzione e della nostra Anima. La fenice che ho scelto come emblema rappresenta la rinascita dopo la morte. Il motto della fenice è Post fata resurgo (“dopo la morte torno ad alzarmi”). Credo fermamente nel potere della rinascita di ognuno di noi, ho potuto vedere che alle radici di ogni trauma trova casa la nostra forza, e, parafrasando Victor Hugo, “nel bel mezzo dell’inverno ho infine imparato che vi era in me un’invincibile estate.” Desidero essere costantemente una persona appassionata, capace di trasmettere la profondità, l’impegno e...

Leggi tutto