Raccogliamo alcune preziose testimonianze di persone che hanno partecipato ai corsi, letto i libri o hanno avuto delle esperienze dirette in seduta con la Dott.ssa. Erica F. Poli. Grazie a tutti!


Buonasera, sono Francesca una maestra che ha avuto l’occasione di poterla conoscere grazie al webinar con Percorsi Formativi 0-6 . Ammetto prima non la conoscevo, ma dopo il webinar sono rimasta così colpita da tanta competenza, grazia, passione che ho recuperato il tempo perduto…nel senso che ho seguito su YouTube i suoi interventi, le sue interviste, etc e presto parteciperò al secondo webinar per Percorsi Formativi. Che dire? Grazie perchè medici umani come lei sono una rarità eppure nel diritto alla salute dovrebbe essere scontato un modus di porsi come il suo. Ho trovato in lei un’umanità che arriva come una carezza di conforto… dopo che ci si è fatti forza con le proprie forze in un calvario medico in cui si è stati trattati da numeri….meri numeri senza il diritto di esprimere un sentimento o di poter fare una domanda. Quindi grazie… probabilmente non sarà lei a leggere questa mail, ma nel dubbio ho sentito il bisogno di farle pervenire la mia gratitudine.

Francesca, 28/07/2020

Sono entrato in contatto con il suo libro “Le emozioni che curano” qualche mese fa su consiglio di un amico, e le scrivo per dirle che l’ho trovato illuminante, ispirante e stimolante. Ho letto molti libri di Spiritualità e fatto dei percorsi, ma quello che ho trovato nel suo libro nella descrizione delle esperienze che ha avuto con le migliaia di persone che ha incontrato, si è rivelato come un acqua Santa che mi ha permesso di elaborare e armonizzare parti di me, trascurate e arrabbiate. Grazie ancora, a Lei ed alla sua Equipe va la mia Gratitudine nel rendere questo mondo un mondo migliore.” Con affetto

Luciano, 1/04/2020

Ringraziamento da una lettrice di “Le emozioni che curano” – Gentile Dottoressa, mi avvicino al Suo libro dopo 6 anni durissimi di fecondazioni assistite fallite, in un momento di grande confusione sulla mia identità come donna, madre, compagna. Ho letto questo libro lentissimamente, come è nella mia natura, per interiorizzare appieno ciò che poteva trasmettermi. E’ stata dura, lo ammetto. Ma sentivo che proseguendo nella lettura la forza delle mie emozioni, così tanto a lungo oppresse dal dovere di rispettare dei cliché, stava trovando spazio. Ho versato molte lacrime silenziose e dolorose, ho stretto i pugni dalla collera per combattere quella voce interiore che da sempre mi martellava nella testa: “Solo l’aridità di sentimenti ti renderà libera”, “Nessun sentimento di amore può avere la stessa efficacia del pugno di ferro della ragione o della corazza di un’immagine inattaccabile” Ma ora che il mondo era sottosopra, che l’ordine delle cose non era “come da programma inculcato” (lavoro-matrimonio-casa-figli)… solo l’amore restava con me. La ragione, la volontà razionale, con tutte le sue scadenze di terapie ormonali, corse in ospedale, nulla aveva potuto contro il disegno della natura. E allora ho lasciato andare. Non solo l’idea della gravidanza naturale, ho lasciato andare tutta la gabbia statica di “gestione della vita” che mi avevano imposto (e che mi ero imposta) di applicare e che mi aveva causato grandi sofferenze, senso di inadeguatezza. Ho finalmente avuto il coraggio di dare all’amore, agli affetti, l’importanza che avevano e che hanno davvero per me, perché è grazie ad essi e al loro “nutrimento” che ho superato le difficoltà e ora ho forza e coraggio di cambiare. Ma ancor più ho avuto il coraggio di smettere di distruggerli sul nascere, perché ho capito, infine, che era come se stessi distruggendo la parte più autentica di me. Grazie, Dottoressa, perché questo percorso mi ha permesso di curare le ferite del cuore e di accogliere con serenità l’amore nelle tante sue meravigliose forme e sfumature.

Anna, 27/04/2010


Ho appena finito di leggere Anatomia della Guarigione dopo aver letto le emozioni che curano…oggi andrò dal mio psicoterapeuta ….ho le lacrime agli occhi e il cuore pieno…

Grazie di esserci stata ora nel mio cammino…grazie al coronavirus che mi ha dato il tempo di trovati e ascoltarti…prima non ti conoscevo… ma ti cercavo….ora posso andare….so quello che voglio… Grazie grazie grazie…..

Romina, 19/04/2020


Buongiorno Dottoressa, sono un’ostetrica, sono specializzata in urologia e nella vita mi occupo di pavimento pelvico. Sono capitata sul suo libro “Anatomia della guarigione” perché volevo studiare per i miei pazienti… Non pensavo di trovare luce sulla mia vita. Ho sempre avuto una memoria pessima, e stavo facendo dei corsi per “curarla” ma mai nessuno mi aveva parlato della memoria in funzione dal super io e di mio padre che “hai preso 7? Potevi prendere 8. Hai preso 9? Potevi prendere 10”, e mai e poi mai avrei immaginato che questo dipendesse dalla mia rabbia. Grazie, dottoressa. Grazie.

Giulia, 19/04/2020


Buon pomeriggio Dottoressa. Volevo ringraziarLa di cuore per le bellissime parole del video “L’Amore ai tempi del Coronavirus” e per le vibrazioni che arrivano dalle stesse! La Calma, la Pace e L’ Armonia sono un toccasana per la mente di certo, ma, ancor di più, per la nostra Anima che ambisce a manifestare quella VITALITÀ, quella BELLEZZA e quell’AMORE da Lei espressi. La seguo da un po’ e sono in terapia presso il suo studio EFP GROUP, dove ho trovato accoglienza, professionalità e competenza. Avevo chiesto di poter fare terapia con Lei, ma per i tempi di attesa lunghi ho preferito iniziare comunque, affidandomi al Cielo e al Progetto d’Anima che sento forte dentro me; chissà, magari un giorno avrò il piacere e l’onore di incontrarLa… ☺️ Intanto Le auguro buon lavoro in questo tempo meraviglioso di Grazia … e ancora grazie per il suo contributo e la sua Luce. ✨

Caterina 5/03/2020


Gentile Dott.sa Poli,
le scrivo innanzitutto per ringraziarla dell’articolo da lei scritto ieri su Il Fatto Quotidiano, a proposito del coronavirus.  Ho molto apprezzato le sue parole, tanto da condividere il suo post.
Colgo l’occasione per esprimere la stima che nutro per lei.
L’ho conosciuta grazie ai suoi interventi su youtube, ed in seguito ho preso i suoi libri:
– Anatomia della coppia
– Anatomia della coscienza quantica
– Anatomia della guarigione
… libri che ho molto apprezzato!

La ringrazio davvero tanto per il tempo concessomi e le auguro una buona serata.

Cristiana, 4/03/2020


Salve mi chiamo Barbara,ed ho appena terminato di leggere il suo capolavoro sull’Anatomia della guarigione, e volevo davvero ringraziarla dal profondo del mio cuore… GRAZIE

Barbara, 28/01/2020


Dottoressa ho appena finito di leggere uno dei suoi libri: ” Le emozioni che curano” . Mi ha commosso con una luce cangiante,inarrestabile, portandomi per mano in ampi tragitti. Volevo solamente dirle che non trovo suoni e sillabe adeguate ad esprimerle tutta la mia gratitudine per il suo profondo, sfaccettato, incommensurabile lavoro e per come si dona a noi con amore e semplicità solo per aiutarci nel viaggio, senza fine ,che ci avvicina sempre di più al nostro più vero e autentico essere. GRAZIE CON TUTTO IL CUORE

Giulia, 27/01/2020


Spero che in futuro gli psicologi saranno come la Dottoressa Enrica. Ammirazione pura 🙏⚘🙏

Marisa, 26/01/2020


Sto leggendo il suo libro “le emozioni che curano”: è semplicemente fantastico!!!
Lei ha il dono di connettere più dimensioni e mentre la leggo la mia anima respira. Grazie con tutto il cuore.

5/01/2020 Mara

Volevo farti un sacco di complimenti per il tuo libro “Anatomia della guarigione”, ovviamente devo ancora finirlo,sono al 4 capitolo della che riguarda la felicità …. è molto interessante nono solo per me ma anche per i miei genitori e per mia sorella .
Questo libro ovviamente mi è stato consigliato dal mio psicologo per affrontare la mia adolescenza ,io sono una persona che per tanto tempo è rimasta chiusa e non ho mai detto quello che penso …….ora pian pianino ci sto riuscendo purtroppo ho un po’ di contrasti con mio padre e un pochino con mia sorella, la mia mia storia è un po’ lunga …dalla dislessia…..il divorzio da mia mamma e papà…e mia sorella, lei è una persona molto possessiva e mi ama troppo mi sento come se fossi in una campana di vetro ,cosa fai dove vai?……….ecc. La mia storia è abbastanza lunga ma grazie a questo libro un po’ mi ha aperto gli occhi….scusa se scrivo forse male …..comunque ogni sera scrivo su un quaderno dove penso e ragiono e spero che un giorno guarirò anzi sono convinta !!!
Cordiali Saluti
Elisabetta, 28/12/2019


Buongiorno Erica ,

Dovevo farlo, proprio ora, in questo preciso istante, perché il mio corpo si è pervaso di brividi e di una sensazione buona che poche volte ho provato nella mia vita.
Sono alla pag. 234 del tuo/mio “scrigno” le emozioni che curano ❤️
Hai il potere con le tue parole di rimuovere le croste che si formano sulle ferite e far fluire quel sangue che non può rimanere là sotto imprigionato, deve sgorgare, devi vederlo e solo quando stilla l’ultima goccia solo allora si potrà ri innescare il processo di guarigione .
Mi arrivano le tue parole, mi perforano lo stomaco mi accarezzano il cuore mi stringono e mi strattonano.
Ti auguro ogni bene ❤️
Stefania, 28/12/2019


Ogni tanto i libri arrivano come messaggi, quando rappresentano quel tassello che mancava ad uno scatto evolutivo interiore, ad una svolta invisibile ai più, ma non al cuore. E quindi le dico solo grazie. Grazie di esserci, non lontana nemmeno logisticamente da me. Grazie del pensiero rassicurante di potere magari un giorno curarmi con il suo aiuto, se la vita si abbatterà con troppa violenza su questi miei giorni felici che vivo, che ho il privilegio di vivere, accanto alle persone che amo. Forse un giorno verremo in qualche modo in contatto, chissà.  

Nel frattempo continuerò a seguirla e ad imparare tutto quello che posso dal suo profondo mondo interiore. Ho saputo che abbiamo anche una bambina della stessa età e che entrambe amano l’inno nazionale e anche questo mi ha fatto sorridere e sentirla vicina. 
Nonostante la leggera ipocondria e la paura di vivere che mi contraddistingue da sempre, per fortuna non mi manca la capacità di riconoscere e sentire la gioia di vivere, l’Amore vero e la coincidenza di vita e destino per citare I-Ching. Ebbene, anche i suoi libri rientrano nel mio personale destino dando nuova voce al maestro interiore che mi guida in questi tortuosi cammini. Grazie ancora per quello che mi ha trasmesso  e che continua a trasmettermi e  tanti, tantissimi auguri di ogni cosa bella.
 Cristina, 23/12/2019

In questo mio momento difficile,  quello di superare un lutto e tutto ciò che ne consegue, è stato prezioso imbattermi nei suoi video. Grazie di mettere i suoi studi, le sue conoscenze al servizio dell’umanità.
RB, 21/12/2019


Dott. Poli salve, scrivo questa mail perché la devo ringraziare!!! mi ha salvato letteralmente da me stessa. Mi trovavo in una situazione nella quale se non raggiungevo la gioia, con le varie meditazioni che facevo, con tutte le problematiche che avevo stavo malissimo. Io ho avuto una colica al giorno da quando 20 anni e sempre il mal di pancia. (mi ha colpito un ictus all’età di 15 e ho avuto vari altri problemi.) Non mi davo il tempo di capire quello che stavo vivendo che lo volevo subito trasformare perché ne ero spaventata. Con la sua sapienza mi ha reso una parte di me che era tanto che non vedevo e anche qualche “parte nuova”(ihihih), rendendomi una persona migliore. Pacificandomi con me stessa ho ricevuto un grazie del mio intestino e dalle persone che mi stanno accanto. Sono una responsabile buddista e saprò fare tesoro delle sue parole e delle sue lezioni per diffondere la sua calma e la sua grazia. Mi sto dilungando un po’ troppo ma è soltanto per dire grazie alla sincronicita’ che mi ha fatto arrivare a lei. Perciò io e la mia pancia le diciamo grazie con tutto il cuore!!!

Linda, 25/11/2019


Descrivere in poche righe ciò che il libro “le emozioni che curano’ ha suscitato in me è come descrivere sinteticamente la vita; fatta di attimi sfuggenti, che però rimangono incollati nella memoria. Il libro è un compagno fedele a volte scomodo, pronto a dare la risposta che in quell’istante del nostro divenire mutevole necessitiamo. Racconta e si racconta con delicatezza propria della penna della scrittrice, sempre attenta al “senso” inteso come sentire con la mente, ma anche come significato analogico sinestesico proprio del percepire con ogni canale sensitivo. Ci accompagna in un viaggio attraverso dentro e fuori la nostra quotidianità nella quale le emozioni ci guidano e ci sostengono. Il libro può essere definito “terapeutico” perché invita a scoprire la bellezza e il mistero di noi esseri umani. Ringrazio la dottoressa Poli per averci donato tanta bellezza 

Con immensa stima
Patrizia, 26 ottobre 2019

“Le emozioni che curano” è un libro che ha radici profonde, ben ancorate all’Anima, al Cuore e alla Conoscenza di una donna che ha fatto della propria professione non solo una missione, bensì l’esercizio di un’Arte in cui medicina e filosofia, scienza e poesia, sapienza e intuito, perizia e perspicacia sono magistralmente orchestrate in una danza armoniosa atta ad indagare i misteri e la magia che rendono ogni Essere Umano unico e irripetibile.

Radici che sembrano voler sostenere il lettore in questa spinta verso l’alto cui il libro inevitabilmente conduce, nell’intento di incoraggiarlo a lasciar germogliare quel seme peculiare ed esclusivo che in sé già racchiude, permettergli di esistere, di essere, di svilupparsi, di crescere, di manifestarsi esattamente così com’è, per ciò che è.

Ecco allora che questo libro rappresenta molto, molto di più di un testo da leggere e diviene Presenza viva e costante che non solo insegna a percepire il proprio sentire, ma che con te lo attraversa, lo scruta, lo esplora, intensamente lo vive per poi liberarlo. Ed io, che ho avuto il privilegio di essere affiancata proprio dall’Autrice lungo il sentiero della vita, non posso che essere testimone di quanto concedersi l’opportunità di Essere ciò che si è in ogni aspetto dell’esistenza che siamo chiamati a sperimentare in questa dimensione, liberare la propria Essenza che proprio attraverso le emozioni fluisce, si rivela e si manifesta, condividerla con l’Altro immersi nell’energia dell’Amore non giudicante e accogliente, sia la più potente forza di guarigione, dell’Anima prima e del corpo poi, cui possiamo attingere.

Meravigliosa,  potente e persino commovente è quindi la scelta di donare al lettore l’incanto che la relazione paziente-terapeuta può sprigionare, non solo nei risultati raggiunti, ma anche e soprattutto nell’energia che scaturisce nella danza che si crea fra Anime che semplicemente scelgono di accogliersi persino nei loro lati più oscuri, nelle emozioni, azioni e reazioni che sembrano addirittura indicibili e inammissibili, eppur così umane e sostenibili si rivelano quando mostrate e poi rilasciate.

Spunti, storie, esperienze, racconti, studi e ricerche regalati al lettore per condurlo in un viaggio verso sé stesso dalla prospettiva del “come” e non del “perché”. Rimanere ostinati e focalizzati sul perché abbiamo le radici di una quercia piuttosto che quelle di un filo d’erba sequestra l’energia che ci permetterebbe di sviluppare ciò che proprio quelle radici ci consentono di poter essere. E’ il come scegliamo di liberare, lasciar accadere e sviluppare quelle radici, di cui il libro narra, a spostare completamente il punto di vista del lettore.

E cosa si potrebbe chiedere di più ad un libro se non  la possibilità di oltrepassare radicati confini, mostrare nuovi orizzonti, scoprire inusuali sentieri al solo scopo di aiutare l’Altro ad essere insieme a te e con te ciò che semplicemente è, un Essere incomparabile, quella nota impareggiabile destinata a completare la sinfonia dell’Universo.

Con stima, gratitudine, amore.

Elsa Veniani 20 ottobre 2019


non so dirle in quali pagine grazie alla lettura del suo libro [Le Emozioni che Curano] ho pianto. le posso garantire pero che sono tante. tante pagine e tante lacrime. mi faceva piacere ringraziarla seppur virtualmente di aver scritto questo libro. sono stata invasa da immagini e ricordi d’infanzia che mi hanno commosso e fatto piangere e mi hanno fatto capire alcuni nodi che stringono il mio cuore.
grazie ancora

Daniela, 10 ottobre 2019


Cara Erica, davvero GRAZIE! perché “Le emozioni che curano” è un capolavoro di generosità -di conoscenze, esperienze umane, personali e professionali, le tue- condivise con il CUORE e si sente! Per me il tuo libro è stato una rivelazione, un manuale teorico-pratico-esperienziale, da tenere sulla scrivania dell’ambulatorio ma anche in camera da letto, in cucina, in bagno (in riferimento al cervello dell’intestino!),nello spazio intimo dedicato alla meditazione, sullo scoglio prediletto di fronte al mare e al cielo magrittiano di Toscana, ma soprattutto sul cuore, nei suoi anfratti più reconditi. Voglio dirti che non è un libro “facile”, nonostante la lettura sia così scorrevole e “alla portata” che si legge in un soffio, in un respiro che vorresti non finisse mai; mi riferisco al fatto che ti risucchia nella tua infanzia, in quella dei figli, nello specchio delle relazioni che intessiamo, nei ruoli professionali, nell’incontro d’anime con i pazienti, portatori sani di valore aggiunto, e ti riporta alla VERITA’ da cui tutto ha inizio. E l’incontro profondo con se stessi non è tra i più piacevoli, per parafrasare qualcuno, così come “il perdono non è a basso prezzo”. Quello che conservo, tra le tante emozioni che ho provato da quando ho chiuso l’ultima pagina, è il coraggio, un vero regalo!Rispetto agli altri tuoi libri, Le Anatomie… o il piccolo capolavoro d’intensità “Poiesis”, in quest’ultimo leggo la degna continuità del tuo percorso evolutivo, di una COSCIENZA coraggiosa e libera, attenta e amorevole, preziosa e capace, imprevedibile e vasta.
Grazie ancora e buon lavoro!

Enrica, 17 settembre 2019


Cara Erica, sono Rebecca, ho appena finito di leggere Anatomia della Guarigione. 

Vorrei condividere con te il mio stupore e la mia commozione nell’essermi rispecchiata nella tua ricerca, nel tuo percorso, nel tuo entusiasmo.
Faccio la psicoterapeuta. Anch’io sono “sopravvissuta” a due genitori impegnativi, che ora ringrazio più che mai. 
Rogers, Jung, la Psicoterapia Sistemica, Fritz Perls e l’incontro con la Gestalt, lo studio delle Neuroscienze, il Body Work, il Carattere e l’ Enneagramma, le Ferite Primarie, l’Imprinting e l’Etologia di Lorenz, l’evoluzionismo di Darwin, i Tre Cervelli, i Due Emisferi, il Trauma e la sua elaborazione con Emdr, Neurofeedback, e Somatic Experiencing, la Semeiotica dei Processi Psicofisiologici, 
la Kinesiologia, l’incontro con Psych-K, la Fisica Quantistica, l’Epigenetica, il Dna, l’Albero Genealogico e molto altro… Ogni volta che modifichiamo la nostra risposta agli stimoli ambientali cambiamo anche la chimica del corpo. 
Cambiando le nostre emozioni le nostre convinzioni cambiamo anche i messaggi che inviamo le nostre cellule. L’epigenetica ha dimostrato che i fattori ambientali e psicologici sono determinanti e hanno il potere di attivare o disattivare una patologia. 
La terapia è sblocco, sviluppo, crescita, rottura del meccanismo paralizzante, ricerca di uno spiraglio per la vita che ci liberi dallo scacco matto, e ogni possibilità va cercata, affinata e tentata. 
In tutto questo c’è la relazione fra me e il paziente, all’interno della quale “stare con (mit-sein) il suo vissuto” e il mio, più importante dell’interpretazione, in modo maieutico che privilegia le domande, l’azione sul sintomo perché si renda più leggibile nelle sue origini e possa essere scacciato.
La congruenza del terapeuta tra ciò che dice e pratica la considero fondamentale e imprescindibile.

Grazie e complimenti perché sai mettere in parole molto di quella che ero sono e sarò.

Roberta, 3 settembre 2019

Gentile Dottoressa,
ho percepito il suono della sua voce e sentito le sue parole il 16 giugno scorso a Rimini dove mi trovavo con mia moglie. ConoscerLa è stato un evento! Nel ringraziarla di cuore, mi unisco al coro delle congratulazioni e degli encomi per la Dottoressa Poli!!! Sono rimasto molto colpito oltre tutto dal modo facile, facilissimo in cui si esprimeva davanti ad una platea di circa 3000 persone come quella. Anche nel mio lavoro (suono uno strumento musicale a fiato l’oboe) c’è il momento di esprimersi e forse me lo sono scelto proprio per questo: mi sono trovato in difficoltà, crescente negli anni, con qualcosa che adesso so definire ansia ed emozioni. Torno a ringraziarLa di cuore, perché già le sue parole e la lettura del suo libro Anatomia della guarigione mi illuminano aprendomi un nuovo mondo, una strada per conoscere la mia radice fino a sciogliere questi antichi nodi, magari diventando migliore come uomo, marito e padre! Ancora grazie con grande ammirazione

Marco Del Cittadino, 24 luglio 2019

Gentile dott. Poli, ho fatto la sua conoscenza “mediatica”, attraverso la visione delle sue conferenze presenti nel web, solo una settimana fa e assolutamente per caso….ho passato serate intere ad ascoltarla, e alla fine ho acquistato il suo libro “Anatomia della coscienza quantica”, perche’ l’argomento mi interessa molto. Non sono assolutamente a digiuno di nozioni in questo campo, e’ da tanto che cerco materiale e mi informo e seguo corsi di crescita personale….ma le confesso che mai, mai mi ero commossa leggendo un testo che in teoria dovrebbe essere prettamente scientifico e invece e’ a tratti poetico, filosofico, forse addirittura religioso. Sono solo a pagina 82 ma e’ la terza volta che mi ritrovo con gli occhi pieni di lacrime, sentendo profondamente la bellezza e la verita’ dei concetti da lei espressi. Volevo condividere con lei la gioia che sto provando, e ringraziarla. 

Luciana, 18 giugno 2019


Per la prima volta ho visto un suo video. Ha descritto in modo semplice e chiaro o meglio ha tradotto in linguaggio scientifico l‘argomento amore che finora è stato appannaggio delle religioni. Un grazie è molto sentito.

Silvana, 16 maggio 2019


La dott.ssa Erica F. Poli ha il piacere di condividere una riflessione arrivata qualche giorno fa sul mondo del lavoro correlato alle emozioni.

Buongiorno Dott.ssa sono rimasto colpito dalla sua conferenza al TED di Reggio Emilia; sono capitato casualmente su Facebook e postato da un amico ho avuto la fortuna di guardare e apprezzare la sua lezione sulla “emozioni“ e sull’importanza dei nostri “atteggiamenti“ nel quotidiano, per avere una vita sensibilmente migliore. In questo tempo dove queste importanti azioni ci condizionano la vita e dove vengono messe in secondo piano a discapito del business e della velocità, mi ha fatto enormemente piacere sentire le sue parole e riscoprire l’importanza di questi gesti nelle “relazioni“ che sono alla base della nostra esistenza. Faccio parte di un gruppo di imprenditori nel circuito BNI dove le relazioni sono alla base per conquistare la fiducia che è necessaria per fare business; tutti dovrebbero ascoltare le sue parole per migliorare il loro stato emotivo e per avere un rapporto migliore con la vita che inevitabilmente sarebbe più gratificante e meno stressante anche a livello fisico. Grazie per le sue parole, è stato un piacere ascoltarle. Buona giornata.

Gianmarco, 12 marzo 2019

Ciao Erica, ti ho da poco ‘scoperta’, ma è stata passione a prima vista (e ascolto!). Non posso fregiarmi del titolo di ‘illuminato’ o ‘iniziato’, ma da un paio di decenni ho inziato ad alzare la testa mentre cammino e guardare il mondo intorno (e oltre) a me. Sto facendo scorpacciate dei tuoi video e ti devo ringraziare perchè in pochi giorni molti dei concetti acquisiti negli anni (senza soluzione di continuità) stanno inziando ad ordinarsi e quindi ad essermi più chiari. Ti ringrazio.
Alessandro, 14 febbraio 2019

Che meraviglia ascoltarla. Meraviglia come stupore e piacere. Che meraviglia sentire cose che ho avuto la fortuna di imparare, anzi, di fare esperienza, un po’ attraverso yoga, un po’ meditazione e storia dell’arte orientale e ho osservato a lungo. Pensavo di non sentirle risuonare per bocca di una psichiatra psicoterapeuta, e invece, meraviglia.
Giorgio, 30 gennaio 2019

Volevo ringraziarla per  il libro “Anatomia della coscienza quantica” il quale mi è stato di aiuto durante tutto il percorso svolto. Nel 2016 mi fu diagnosticata una endometriosi di quarto grado con due cisti rispettivamente ovaio sx e zona retto più diverse aderenze interne. […]. Il libro da lei scritto mi ha aperto gli occhi su due concetti in particolare: il testimone e il vuoto. Le parole chiave che mi hanno aiutato a decifrare il percorso di salute sono state l’osservazione, l’accettazione, il mondo interno o il mondo del Sé/anima. Durante questi anni mi sono resa conto che dovevo seguire un determinato piano, inizialmente di organizzazione e di pronto soccorso e poi di studio e di pratica. […]. Ad un certo punto mi sono sentita svuotata di responsabilità ed è a questo punto che il suo libro è venuto in mio aiuto.

A., 24 gennaio 2019


Dolcissima Erica,
proprio non riesco dall’esimermi nel lasciarti le mie impressioni sul tuo corso di sabato [Psicoterapia se la conosci, la eviti). Ho deciso che inventerò una “Scala” di misurazione, tipo la Scala Richter, per misurare l’intensità dell’energia che ogni incontro con te sprigiona nell’anima, modificando il piano della mia esistenza! Tu sei ogni volta, in seduta o nei tuoi corsi, una specie di sisma … ed esattamente come un terremoto, modifichi la fisionomia del paesaggio … cambiano quindi i confini, i limiti, le priorità, i bisogni, le sensazioni, le necessità, gli orizzonti, le percezioni, i significati … a volte produci solo delle scosse di assestamento, altre volte mi aiuti ad abituarmi alla nuova visione cui mi trovo di fronte, altre volte ancora arrivi con un’energia potentissima! Ecco… sabato sei arrivata con questa modalità e, di nuovo, hai creato sconvolgimento!
…Con te la vita diventa un puzzle infinito … ogni volta apro la mia scatola con le mie tessere, capisco come utilizzarle fino a giungere quasi al compimento del quadro … e quando penso di aver ormai terminato il lavoro, arrivi tu, con quella dolcezza che irrompe nel cuore e cambi le carte in tavola … “dai, dai, che si ricomincia tutto da capo!!!!!” … e mi consegni nuovi pezzi, con nuove forme, colori mai visti, geometrie diverse!
Ci tengo a ringraziarti ancora una volta per la differenza incredibile che continui a fare nella mia esistenza!
Con amore,Elsa, 2 ottobre 2018


E’ da tempo che desidero ringraziarLa perchè è da qualche anno che La seguo. Ora però non posso più aspettare…. Dal materiale che ho accumulato: libri, CD, download streeming ho finalmente potuto sentire fino in fondo i messaggi di cui avevo tanto bisogno carissima dottoressa Erica. Anche Osho l’aveva fatto ma ho capito che il linguaggio di una persona e più incisivo di quello di un’altra persona: per me il linguaggio di Lei Erica così chiaro limpido e forte nella verità manifestata e così vissuto sulla Sua pelle, sta finalmente entrando nelle mie viscere..proprio così. La realtà che noi ci creiamo…..il giudizio…. il vuoto/silenzio…..sono tutti me coloro che ho contattato e contatto….il creatore in me che non parte dal bisogno…..il perdono così come ho potuto sperimentare nell’ottica da Lei proposta nel suo risvolto più onesto e vero….il lasciare andare…la quantistica….ecc ecc……Non riesco a dire altro che GRAZIE GRAZIE GRAZIE di esistere per me. Un abbraccio forte di cuore

Maurizia, 29 agosto 2018


Ritengo che EFP Group sia un centro davvero innovativo dove la ricerca della salute è orientata alla persona e non alla malattia, alla causa e non al sintomo, al sistema nel suo complesso e non all’organo, al riequilibrio di corpo, mente e spirito piuttosto che alla cura. Ho già avuto occasione in questa sede di ringraziare la Dottoressa Poli e di esprimere a lei tutta la mia gratitudine per l’amore e la cura con cui si occupa delle anime che a lei si rivolgono. Ma oggi vorrei ringraziare quello che per me è un membro a tutti gli effetti di EFP Group: sto parlando di Zoe, il cagnolino che accompagna costantemente la Dottoressa Poli.
Io credo che Zoe costituisca un valore aggiunto incredibile per un centro di questa natura e credo di non esagerare nel definire questo esserino come un’entità che si sposa perfettamente all’anima delicata e profonda di Erica a tal punto da percepire entrambi come un unico essere. Zoe sa ogni volta accogliermi con un amore indescrivibile, ritengo che abbia anche la capacità di regalare un sorriso a chi ha la cura di saperlo cogliere, è come se mi predisponesse ad affrontare la seduta con Erica, riportandomi nel “qui ed ora” e ripulendo anima e mente dalle “scorie” che raccogliamo nella quotidianità. Ritengo che nessuno come Zoe sappia insegnare l’empatia, l’esserci senza giudizio, il tempo relativo, l’amicizia incondizionata, il rispetto, il senso della libertà, l’importanza dei gesti, la pazienza, la gioia di esistere. Grazie Zoe, ti voglio bene!
Elsa V, 21 dicembre 2017


Ho conosciuto la Dott. Erica Poli leggendo i suoi libri,  dall’Anatomia della coppia all’Anatomia della guarigione. Entusiasta di ciò che i libri mi trasmettevano decisi di conoscerla e partecipare al Seminario Carisma Donne nel 2015. Successivamente partecipai ad una conferenza con Emiliano Soldani, sempre più soddisfatta e nutrita da ciò che la Dott.ssa Poli trasmetteva con passione. Quest’anno a causa di un problema lavorativo, persi il mio centro. Ebbene un’avversità lavorativa, un periodo difficile, in realtà si trasformò in un periodo d’oro e la dott. Poli, mi ha aiutata. Ascoltandomi con attenzione mi consigliò la terapia EMDR con la collega dott.ssa Ilaria Cipriani con la quale abbiamo fatto un percorso intenso, sublime e guaritore.  Riconoscendo la bravura e la preparazione della Dott.ssa Poli mi sono affidata al consiglio da lei suggerito. Per coronare il percorso di EMDR, decisi di partecipare al corso+master dell’Anatomia della Guarigione tenuto dalla Dott. Poli. L’intero percorso mi ha permesso di trasformare al meglio la mia vita terrena e alleggerire la mia Anima, riconnettermi con il mio centro grazie all’aiuto e la passione costante della dott.ssa Ilaria Cipriani che non avrei potuto conoscere senza l’aiuto della dott.ssa Poli. Grazie 
Tecla, 28 novembre 2017


Buonasera Dottoressa, da qualche tempo ho scoperto i suoi interventi su anima TV e ho ordinato i suoi libri. A 24 anni ho visto in lei un immensa fonte d’ispirazione, estremamente colta, preparata delicata sta svolgendo un lavoro immensamente importante dimostrando, spesso senza lasciare spazio a dubbi, che scienza e spiritualità sono due saperi legati,come legato è il tutto. La volevo ringraziare per prezioso contributo che apporta nelle vite di chi ha la fortuna di incontrarla e conoscerla .
Anastasia Tramaloni, 27 Settembre 2017


Buongiorno Erica, le scrivo questa email semplicemente per esprimerle la mia più profonda gratitudine. Ho acquistato di recente il video corso in cui parla delle emozioni e sto imparando molto e ho da subito iniziato ad ascoltare la traccia del cd DIALOGO CON IL CERVELLO DEL CUORE commuovendomi come una bimba! L’ho scoperta “per caso” molto tempo fa guardando Youtube e non ho più smesso di seguirla! Dire che sono innamorata di lei è poco ! Spero di conoscerla dal vivo al più presto (magari venisse anche Torino! Sarei più vicina). Nel frattempo la ringrazio davvero di cuore per tutto ciò che fa ! Con immensa stima, e un abbraccio”
Erica 4 settembre 2017


“Salve Erica, ho letto per la prima volta, un suo libro, Anatomia della coppia , l’ho trovato veramente meraviglioso. L’ho conosciuta su YouTube, ho ascoltato vari congressi, mi dispiace solo, che siamo molto lontane. Io mi chiamo Anna, e vivo a Napoli, ho comprato anche i suoi dvd autoipnosi, li sto trovando veramente utili , sono contenta di aver incontrato una donna come lei, che unisce il razionale con l’invisibile, ne avevo bisogno e ho trovato molte risposte a delle mie domande, spero un giorno di incontrarla. Con affetto…grazie”
Anna, 2 settembre 2017


Carissima dottoressa Poli, innanzitutto le voglio esprimere dal profondo del cuore tutta la mia gratitudine. Pur abitando non troppo lontano da Milano (Varese) non mi è possibile partecipare alle sessioni di EFP therapy. Ho acquistato e mi sono immersa nei due video corsi per ora disponibili: due viaggi emotivi profondissimi, due inizi di trasmutazione, che ripeterò.Grazie infinite. La abbraccio dal cuore, lei è più che un’amica per me.”
Debora, 31 Luglio 2017


Gent.ma Erica. La sto ascoltando con attenzione da molto tempo(tramite i suoi video in rete)e non posso esimermi dal dirLe che “Lei è un meraviglioso canale di trasmissione tra invisibile e visibile” ..la sua capacità di esprimere concetti e contenuti (anche quelli tecnici) arrivano direttamente sotto forma di risposta ad ogni domanda .. Grazie Grazie Grazie
Massimo V. 26 luglio 2017


“Salve. Ieri dopo il corso purtroppo son corsa via per non perdere il treno. Volevo dirle Semplicemente GRAZIE! Sia per la bellissima dedica sul libro ma soprattutto per aver condiviso l’immensità del suo essere, e per averci dato la chiave, anzi lo “specchietto”, per vederla e contemplarla anche in noi. Un abbraccio. A presto. Bless you!”
Mariangela S. 21 luglio 2017


“Cara collega, sono un medico di Roma e ho visto su youtube alcune tue conferenze. Mi complimento con te perchè tratti temi molto interessanti e hai una buona capacità comunicativa. E’ raro trovare colleghi che affrontano temi come la quantistica di cui anch’io mi occupo intensamente, e anche il tema della sessualità lo affronti in modo diverso dall’usuale, e anche in questo caso ho trovato molte affinità con la mia impostazione. Fa piacere ogni tanto incontrare colleghi come te. Un saluto”
Marco L., 31 maggio 2017


Gentilissima Dr.ssa Poli volevamo farle sapere, parlo anche a nome del mio compagno Massimo, che i suoi libri, ovvero Anatomia della Coppia, Anatomia della Guarigione ed Anatomia della Coscienza quantica, sono stati per noi e lo saranno in seguito, letture illuminanti.
Avevamo a tal guisa, pensato di iscriverci ai suoi seminari del venerdì a tema libero, ma ci hanno detto che per motivi di maternità sono stati eliminati.
Comunque non demordiamo perchè siamo davvero interessati ad incontrarla, perciò posticipiamo a quando sarà possiibile nuovamente per lei.
Intanto la ringraziamo per le preziose letture, che altro non sono che guide per perseverare nell’ascolto interiore e riversarlo all’esterno nel quotidiano vivere.
La salutiamo con affetto; pur non conoscendola i suoi scritti ci hanno permesso di sentirla vibrare dentro con un comune battito.
Un augurio per tutto.
Gloria e Massimo, 4 maggio 2017


“Buongiorno, scrivo per esprimere l’ammirazione per tutta l’attività di divulgazione che elargite. Proporrei la dott.ssa Poli al Ministero della Salute, farebbe un gran bene alla collettività! Grazie davvero per illuminare tanti aspetti della psiche e dell’organismo, che nessuno ci ha mai spiegato e illustrato in modo così chiaro e semplice. Con affetto e gratitudine
Anna, 8 aprile 2017


“Buongiorno Erica, che bello trovarti su fb, adesso, grazie alla tua pagina posso ricevere spesso notizie e contenuti sempre preziosi!  Ho appreso dei successi del tuo lavoro, sono felice per te e fiera di essere stata una tua paziente. E’ da tempo che volevo scriverti e un giorno, se ti sarà possibile, vorrei incontrarti, ho un piccolo debito che vorrei estinguere, soprattutto ho un grazie da darti di persona, ora che inizio a vivere i benefici di tanto lavoro insieme. Spero a presto. Con l’ammirazione di sempre”
C., 4 aprile 2017


“Ho detto alle mie amiche che ti avrei scritto immediatamente ed eccomi qui! Domenica mattina ho deciso che di sera, rientrata a casa, avrei fatto l’ipnosi per cocreare la realtá. Tornata a casa all’improvviso ogni possibile elemento sabotatore è arrivato proprio mentre stavo preparandomi per andare in camera, uno che si sente male e chiede la mia presenza a tutti i costi, uno che mi vuole parlare urgentemente, la cucina in tilt, la doccia non funzionante. Ho assistito a tutto questo cercando di rimanere calma e centrta ma ero stanca morta. Mi sono messa a letto dicendomi “ok,la faccio domani”. Poi ho sentito qualcosa che mi ha spinta ad alzarmi e dire “No,oggi ci sei tu e questa cosa è più importante di tutto il resto e più forte di ogni possibile sabotaggio”. Mi sono messa seduta e ho fatto l’ipnosi e ho chiesto che la mia borsa di studio venisse accettata. Ho immaginato ogni istante e soprattutto somo entrata in connessione con la mia gioia più vera e ho visto quanto questa mia richiesta fosse connessa davvero alla realizzazione dello scopo più profondo della mia anima, dedicarmi completamente all’arte per smuovere le coscienze profondamente con messaggi di amore e bellezza. Oggi ho ricevuto la notizia e sono totalmente felice! Finalmente la mia strada si apre per ricevere e io sono finalmente pronta ad accogliere. GRAZIE GRAZIE GRAZIE ERICA. Senza di te non dico che non avrei potuto mai farcela, ma affermo con assoluta chiarezza del cuore che sarebbe stato terribilmente più lungo e terribilmente più difficile e noioso!!!!!
Un abbraccio di felicità
Angela, 28 marzo 2017


Gentilissima Dottoressa Erica,
La ringrazio per aver scritto Anatomia della Guarigione. E’ fonte di speranza per futuro, il fatto che una persona con le sue competenze, unite ad una grande onestà intellettuale e ad una curiosità genuina, stia creando delle brecce nel muro granitico di convinzioni positiviste-meccanicistiche della maggior parte della classe medica. Ma sono d’accordo con Lei quando scrive che il cambiamento di attitudine deve partire dal paziente. Forse anche per questo ambito la “rivoluzione”, perché sia efficace, deve partire dal “basso”.
Mentre leggevo, mi sono resa conto della presenza di una gioia sottile, generata dalla sue parole, come quella che si prova vedendo germogliare un seme, dopo una lunga attesa: la gioia della vita che nasce e della bellezza che si manifesta.
Con l’occasione le auguro di trascorrere questo periodo di Feste con serenità e gioia, insieme a coloro che ama.
Con i miei più cordiali saluti
Elvira Pisaturo, 22 dicembre 2016


Amorevole Erica, voglio farti partecipe dei miei pensieri.
Ho letto i tuoi libri,ma voglio soffermaremi sull’ultimo, Anatomia della Coscienza Quantica, quelle parole mi hanno arricchito di consapevolezza.
Un giorno mentre  lo leggevo,mi ricordo che ho alzato gli occhi e mi sono detta, questo è “IL” libro, e lo voglio far sapere a Erica!
Mi piace questa definizione perchè sono certa che in chi lo legge (qualunque sia il suo status di consapevolezza) non può fare a meno di pizzicare il risveglio , iniziare una ricerca o semplicemente trovare,espresso in parole le tue un qualcosa che da solo non conosce la forma per esprimersi.
Per me è stato così, con il nero su bianco delle parole che scivolavano tra le pagine, hanno permesso a ricordi, sentimenti, situazioni o solo pensieri appisolati di affiorare; ricordandomi che sono parte di me.
Ho capito l’importanza di un aiuto esterno, ne ho sentito il bisogno più di una volta durante la lettura. Seguire la propria danza è faticoso e come dici tu, farsi aiutare non può che accellerare l’allineamento. Magari arriverà anche il giorno dell’incontro ma per il momento grazie
GRAZIE PER IL REGALO CHE SEI!
Con stima
Monica, 20 Novembre 2016


“Salve dott.ssa,
Mi chiamo Jessica e ho 22 anni da qualche giorno. L’idea originaria era quella di incontrarla di persona ma, visto che io abito lontano da Milano e che per parlare direttamente con lei ci sono, comprensibilmente, dei tempi d’attesa piuttosto lunghi, ho deciso comunque di ringraziarla attraverso una lettera. Vede, l’anno scorso ho avuto a che fare con un linfoma e questo è il motivo per cui sono venuta a conoscenza del suo libro (Anatomia della guarigione). Per poter accettare quello che mi stava succedendo ho dovuto cercarne un senso.
L’ho trovato. E il fatto di avergli dato un senso, di essere quindi riuscita a guardare la malattia da un altro punto di vista, mi ha permesso di affrontarla e superarla in maniera diversa.
Inizialmente mi ero approcciata a libri strettamente esoterici, e anche se ne ho sempre tratto beneficio, ad un certo punto ho sentito il bisogno di cercare libri un po’ più scientifici e più  ”credibili” che trattassero la relazione mente-corpo, e il ruolo della mente nei processi di malattia e guarigione da un punto di vista di un medico.  Per cui il suo libro è stato esattamente ciò che stavo cercando, trovato nel momento in cui lo stavo cercando.
Il suo libro mi ha accompagnato e consolato nelle notti in ospedale in cui c’eravamo solo io e la flebo di chemio.
Il suo libro espande, dilata la mente.
Non posso dire di aver risolto tutto con me stessa, ma decisamente da tutta questa esperienza ho capito e consapevolizzato cose che il tempo da solo non avrebbe potuto permettermi di fare. E ora che ho toccato con mano ciò di cui lei parla, ho capito che non posso prescindere da questa conoscenza. Ho sentito il bisogno e il dovere di fare qualcosa, di studiare, approfondire e divulgare questa conoscenza per poter essere d’aiuto alle persone che si troveranno a vivere il genere di situazione che ho dovuto vivere io.
Per questo, mi sono iscritta alla facoltà di psicologia. Vede, per quanto la psicologia in fondo mi abbia sempre affascinato, un anno e mezzo fa avevo altri progetti per il mio futuro, e tra questi l’università non c’era.  Ed ora, invece, non potrei immaginare di essere in un altro posto a fare qualcos’altro. Ho la certezza che sia la strada giusta.
Il mio tumore, il suo libro, il destino… Non so bene cosa accusare e ringraziare. Forse tutto o forse niente ma oggi, nel bene e nel male, non sono più la persona che ero un anno e mezzo fa.
Mi è pesato, sa, il fatto che tutto questo mi sia capitato a 20 anni, mi è pesato che mi sia stato strappato un pezzo di gioventù, ma poi penso che se questo fosse capitato più avanti negli anni o se non fosse capitato per niente, di certo non avrei avuto questa ispirazione. Non avrei avuto la stessa visione e le stesse consapevolezze che ho ora.
Per cui, alla fine, tra ciò che mi è stato tolto e ciò che mi è stato dato, il peso nei piatti della bilancia è lo stesso. Anzi, probabilmente pesa di più il piatto delle cose ricavate da quest’esperienza.
Io sto bene ora, e sono in remissione completa da circa un anno.
Per concludere le dico grazie per quello che fa e grazie per avermi tenuto compagnia anche senza saperlo. Mi auguro di poterle parlare di persona prima o poi. Anzi, ne sono sicura!
Saluti,
Jessica, 17 ottobre 2016


Questo vuole essere il racconto della mia esperienza da fibromialgica, ma non vorrei fosse centrato sulla malattia e su tutte le conseguenze che questa comporta, vorrei portare l’attenzione sul percorso che ho voluto affrontare proprio grazie alla fibromialgia. […] Il primo angelo che ho ricevuto in dono è un medico psicologo integrato, la Dottoressa Erica Francesca Poli. E’ entrata nella mia vita dopo la “sentenza” del reumatologo. [..]
Questo racconto è dedicato a te Erica e alla piccola Zoe, siete due entità distinte ma un sola magica creatura! A voi rivolgo tutta la mia gratitudine per avermi mostrato un mondo nuovo a me completamente sconosciuto, per ogni vostro insegnamento che mi sta portando verso una nuova consapevolezza di me stessa e di ciò che mi circonda … avete un posto speciale nel mio cuore dove custodisco con immenso amore gli angeli che mi guidano e proteggono, che prendendomi per mano mi portano verso altre dimensioni … vi amo immensamente e vi porto sempre con me, a voi devo la gioia di vivere! 
Elsa, 8 settembre 2016
Per leggere tutta la testimonianza vai al seguente link


Buonasera Dottoressa Poli, 
Provo un immenso piacere a scriverle questa mail, sono Luca, il ragazzo che sul motorino si era fermato a salutarla quella mattina. Appena ritornato a casa, ne parlai subito con mia madre e la mia fidanzata, raccontando loro il bel momento che avevo avuto incontrandola. Fu proprio mia madre a consigliarmi il suo primo libro e avremmo un gran piacere ad incontrarla di nuovo anche solo per ringraziarla.
Saluti Dottoressa Poli e un grande abbraccio
Luca, 5 settembre 2016


Sono Dalia la ragazza che era seduta in prima fila al suo corso tenuto a Roma. Le volevo dire che il suo è stato un incontro fondamentale nella mia vita, per tutto ciò che ha trasmesso e condivide. Stima come professionista e a livello umano perché si sente che lo fa con il cuore e con l’anima e non per business. 
Mi auguro di poterla incontrare nuovamente a qualche seminario. Grazie per ricordarci di avere tutto dentro di noi. “
D. D. V., 16 settembre 2016


“Ho visto recentemente un suo video di presentazione libro anatomia della guarigione e da lì ho proprio guardato con grande interesse anche gli altri disponibili (dialoghi sulla coscienza , nutrire la salute, medicina integrata come dove ecc..). Le faccio innanzi tutto i complimenti perché finalmente ho ascoltato parole da un medico che si definisce appunto integrato perché ad ampio raggio valuta la persona nel suo insieme mente/corpo/anima”
G.V., 16 settembre 2016


“Salve, sono Sara e volevo veramente farle sinceri complimenti e ringraziarla di tutto cuore per il bellissimo libro che ha scritto “Anatomia della Guarigione”. La struttura che ha dato al libro, i moltissimi temi, le evidenze scientifiche, hanno costituito per me dei tasselli importanti che mi mancavano e un esempio di come rendere reali, credibili, fruibili le proprie idee e i propri studi. Io lavoro con persone ed animali, gli animali rispecchiano intensamente le credenze inconsce delle persone e grazie all’amore per loro le persone sono disposte a cambiare e fino ad ora le aiuto solo in parte. Adesso grazie ai suoi scritti ho un modello per strutturare e insegnare le mie conoscenze e nuovi spunti da studiare e approfondire, credo che già a Novembre farò un corso di psych-k. Grazie, di cuore, e davvero complimenti per tutto l’amore e la passione che escono dal libro. Non mancherò di leggerne altri e di frequentare i suoi corsi. A presto, con tutta la mia stima”

Sara., 26 agosto 2016


Testimonianze del gruppo “Focussati 92” dedicato all’assessment dei fattori emotivo-comportamentali.

“Grazie a voi! Siete stati umani e divini allo stesso tempo! Avete dimostrato un vero equilibrio e una grande elasticità!
Grazie della vostra professionalità! E grazie per aver condiviso con noi anedotti anche della vostra particolare esperienza quì sulla Terra!
Bella storia!!!
Un grande abbraccio
Ps: un pò mi mancate già!
Emilio Arata, fisioterapista counselor 14 marzo 2016


Ciao a tutti e due,
ci tenevo a dirvi che sono molto contenta di aver partecipato a questo corso.
Mi è piaciuto molto la vostra modalità di presentarlo, in particolare il mix tra la vostra professionalità e l’atmosfera “leggera” che c’era nella classe.
Tutte le volte che finisce un incontro vado via davvero soddisfatta. Sono curiosa di approfondire sempre di più questo lavoro di integrazione. che trovo abbia delle fantastiche potenzialità.
Per quanto abbia ancora bisogno di diversa pratica vedo dei buoni risultati con i miei clienti, questo mi da lo stimolo per approfondire.
Mi prendo ancora un po’ di tempo per fare varie valutazione, ma credo proprio che ci vedremo a maggio per il livello avanzato.
Grazie ancora di tutto e a presto
Barbara Spagnolo, 17 Marzo 2016

 

 

 

Chi desidera inviare la propria testimonianza può scrivere allo studio: [email protected]